Dall’applicazione del componente al processo e al materiale migliore

L’attività di R&D rappresenta un elemento fondamentale per ogni azienda che si proietti verso il futuro e voglia garantire elevati standard di qualità. Lo dice l’espressione stessa: ricerca e sviluppo. Da una parte c’è lo studio di nuove soluzioni, dall’altra lo sviluppo delle idee innovative al fine di renderle concrete, sostenibili e realmente efficaci. È questo lo spirito con cui opera la nostra area R&D e che ha portato l’azienda a pianificare diverse attività, tutte caratterizzate dalla volontà di partire dall’applicazione del componente per arrivare al processo e al materiale migliore per l’applicazione richiesta. 

La sinergia con le Università

In collaborazione con il professore Giovanni Meneghetti, docente ordinario del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, abbiamo avviato un’attività di caratterizzazione statica e a fatica di ghisa lamellare e sferoidale, utilizzate nella realizzazione di componenti oleodinamici. L’oleodinamica è il core business di Fondmatic che porta in questo settore non solo un forte know how ma anche una costante attenzione all’innovazione tecnologica e la volontà di affrontare sempre nuove sfide per innalzare i livelli qualitativi.

Il progetto prevede due fasi di sviluppo. Ad una prima parte di caratterizzazione statica, comprendente analisi microstrutturale e test di resistenza a trazione, seguirà una seconda in cui i due tipi di materiale verranno testati dinamicamente con prove a fatica. I risultati delle prove sulla ghisa verranno correlati ai risultati di analisi FEM (Finite Element Modeling), condotte su un getto già in produzione presso FDM. Per avere un’ulteriore validazione dei dati raccolti, abbiamo coinvolto un nostro importante partner che testerà con prove di oleodinamica le prestazioni del getto individuato. Grazie a questa attività otterremo dati utili per noi e per i nostri clienti per garantire solidità e robustezza nei processi di progettazione di componenti abbinati alla scelta dei materiali.

È in fase di attivazione anche un’altra interessante collaborazione a livello universitario. L’obiettivo è quello di caratterizzare tecnologicamente i materiali utilizzati per anelli di tenuta realizzati da Fonderia Scaranello. Tramite prove di usura perno contro disco verrà valutato il comportamento tribologico delle varie leghe, al variare di composizione chimica e trattamento termico. La specializzazione tecnica dell’ateneo consentirà di modellare termodinamicamente il processo di solidificazione e di realizzare una ghisa con analisi chimica personalizzata. In questo modo diventa possibile dare una nuova risposta alle esigenze dei clienti, sia economizzando l’impiego di materie prime sia massimizzando la resistenza ad usura.

Via Valchiampo, 62
36050 - Montorso (VI)

P.IVA 03822240960
Casting FondmaticPerucchini Casting
Fondmatic machining
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram